Torture in Corea del Nord come al tempo dei nazisti

Il rapporto della commissione d’inchiesta Onu sulla violazione dei diritti umani a Pyongyang diffuso a Ginevra ha accusato la Corea del Nord di «violazioni sistematiche, diffuse e gravi dei diritti umani». Il documento di 400 pagine contiene anche i disegni delle torture subite da alcuni ex prigionieri politici riusciti ad espatriare.  Gli uomini hanno raccontato come venissero costretti ad assumere posizioni dolorose e a mantenerle fino al collasso.  Il report si basa su interviste raccolte tra numerose vittime e testimoni che avessero trascorso periodi più o meno lunghi nei campi di prigionia. Questa tortura è detta della pompa: i prigionieri venivano obbligati a eseguire flessioni sulle ginocchia fino al collasso

Secondo Pyongyang i campi di prigionia non esistono, ma le immagini dei satelliti hanno confermato le strutture proprio come erano raccontate dai prigionieri, non solo di nazionalità nordcoreana. La tortura del piccione: i prigionieri, legati con le braccia dietro la schiena e ancorati alla parete, vengono percossi sul petto fino al vomito, anche di sangue. Secondo l’Onu i campi di prigionia nordcoreani sono paragonabili a quelli nazisti.

(Human Rights Watch, Hrw.org)       TRATTO DA WWW.CORRIERE.IT

ECCO ALCUNI DISEGNI DELLE TORTURE SUBITE DA EX PRIGIONIERI RIUSCITI AD ESPATRIARE:

1_MGzoom 2_MGzoom 3_MGzoom

jpgPumpTorture_MGzoom

jpgpiccione_MGzoomjpgdenutrizione_MGzoom

ONU ACCUSA COREA DEL NORD, GRAVISSIMI CRIMINI CONTRO UMANITA'

4_MGzoom

 

Taggato con: , , , ,

Lascia un commento