Più dolce del miele

Ai tempi del Nuovo testamento,quando un ragazzo andava a scuola per la prima volta, si recava alla sinagoga mentre era ancora buio per sentire raccontare come Mosè aveva ricevuto la legge.
Poi veniva condotto alla casa del maestro per fare colazione e lì riceveva dei dolci con sopra scritte le lettere della legge.
A scuola, poi, riceveva una tavoletta che riportava i brani delle scritture. Essa era spalmata di miele. Il ragazzo doveva tracciare le lettere con la penna sul miele e nel farlo leccava la punta della penna.L’idea era quella di fargli capire che lo scopo per cui andava a scuola era assorbire le scritture . Pare che questa pratica di apprendimento fosse basata su un’antica usanza a cui fa riferimento Davide nel salmo 19:9-11.
” 9 Il timore del SIGNORE è puro, sussiste per sempre;
i giudizi del SIGNORE sono verità,
tutti quanti sono giusti,
10 sono più desiderabili dell’oro, anzi, più di molto oro finissimo;
sono più dolci del miele, anzi, di quello che stilla dai favi.
11 Anche il tuo servo è da essi ammaestrato;
v’è gran ricompensa a osservarli.”

Taggato con: , , ,

Lascia un commento